APPUNTI SUL DECREMENTO DEL VALORE IMMOBILIARE IN PRESENZA DI ANTENNE X
TELEFONIA CELLULARE
* L'ASPPI (Associazione piccoli proprietari immobiliari Tel. 051 277111) di
Bologna ha promosso un'indagine di cui sta ancora elaborando i dati. In rete
sono menzionati i risultati dello spoglio delle prime 400 schede. Da
<http://www.asppi.bo.it/bilancio_2003.html> Stesso discorso per quanto
riguarda la politica di contenimento dell'inquinamento acustico, atmosferico
ed elettromagnetico. La presenza di fonti di inquinamento conduce ad una
radicale svalutazione degli immobili. Asppi ha potuto rilevarlo direttamente
commissionando ad uno psicologo un'indagine sulla percezione del rischio da
elettrosmog. Risultato: sono pochi i cittadini che oggi acquisterebbero o
prenderebbero in affitto una casa posta nelle vicinanze di un'antenna della
telefonia mobile o di altra fonte di inquinamento elettromagnetico.
L'elettrosmog incide direttamente sul mercato immobiliare e a farne le spese
è il valore dell'immobile. Accanto ad una seria politica tesa a rendere
operativo il principio di precauzione tutelando la salute dei cittadini il
Comune potrebbe adottare agevolazioni fiscali per i residenti costretti a
convivere con le antenne.
* L'UPPI Unione Piccoli Proprietari immobiliari di Bologna (Rif A. Zanni
Tel 051.232790) asserisce che gli immobili subiscono una svalutazione di
circa il 10% : <http://www.uppi-bologna.it/onde_elettromagnetiche.htm> Si
ritiene che gli immobili esposti a onde elettromagnetiche subiscano una
diminuzione patrimoniale pari a circa il 10% del loro valore di mercato. E A
ben vedere, una diminuzione patrimoniale del tutto ingiustificata, che deve
dunque trovare tutela nell'ordinamento giuridico, viene senz'altro subita
anche dai proprietari degli edifici che circondano l'immobile su cui è posta
l'antenna, qualora gli stessi non si trovino ad una distanza di sicurezza
sufficiente. Infatti, è stato scientificamente provato che le onde
elettromagnetiche si propagano verso l'esterno (propagazione c.d. ad
ombrello). Dunque, può accadere che anche gli edifici posti ad una distanza
non adeguata da quello su cui è posta l'antenna, vengano investiti dalle
onde elettromagnetiche provenienti dall'antenna medesima. A ciò consegue che
anche il proprietario di un immobile investito da onde elettromagnetiche
provenienti dall'antenna posta su un edificio vicino, potrà rivolgersi al
Giudice per ottenere, da un lato la tutela del proprio inviolabile diritto
alla salute, dall'altro la condanna del gestore, e/o del Condominio vicino,
al risarcimento di tutti i danni subiti a causa dell'accertata diminuzione
patrimoniale del proprio immobile.
* Sul sito di ARES 2000 (Associazione di ricerca socio economica) ha
promosso una ricerca denominata "Abitazioni tra le onde" e riferisce anche
che le abitazioni dell'Olgiata a Roma hanno subito una svalutazione. Da:
<http://www.ares2000.net/ricerche/elettrosmog.htm> Svalutazione degli
immobili Il rischio da elettrosmog fa sì che le domande di abitazioni
situate in aree coinvolte da fonti elettromagnetiche non a norma registrino
un forte calo, come già avvenuto ad esempio per il complesso residenziale
dell'Olgiata e per l'abitato di Cesano situati alle porte di Roma ma sotto
la nefasta influenza di Radio Vaticana. La conseguenza è una svalutazione
degli immobili.............. L'elettrosmog incide anche sul mercato degli
affitti. Secondo alcuni esperti il fenomeno potrebbe essere già considerato
come un fattore di degrado dell'appartamento ai fini della determinazione
del canone.
* Il SUNIA (Sede naz Roma Tel. 064927031) aderisce all'iniziativa dell'ONE
(Osservatorio nazionale contro l'elettrosmog) per la difesa e l'attuazione
della legge 36/2001 contro i pericoli connessi all'attuazione del decreto
Gasparri e la servitù d'antenna a carico dei condomini e degli inquilini
italiani. Da www.sunia.it
* Esistono molte petizioni di cittadini, affiancate da enti + o -
autorevoli, nelle quali si dà x scontato che gli immobili in presenza di
antenne si deprezzano; eccone alcuni esempi:
*
<http://web.tiscali.it/no-redirect-tiscali/salernodasalvare/elettrosmog2.htm
> * <http://www.peacelink.it/webgate/pcknews/msg03143.html>