Roma, 17 febbraio 2003.

In risposta ai Cittadini di Seregno:

1. presentate un esposto-querela cautelativo alla Procura della
Repubblica competente per territorio chiedendo al magistrato di
accertare se, a causa dello stato di degrado dell'edificio e dei
lavori in corso di esecuzione e di quelli giÓ eseguiti, non venga
messa in pericolo l'incolumitÓ delle persone che vi risiedono e di
quelle vicine all'edificio.

2. Presentate un esposto al Comune con raccolta di firme, chiedendo
tutta la documentazione tecnico-amministrativa secondo quanto
disposto dalla legge 241/90 (trasparenza) e successive modificazioni
ed integrazioni, nonchŔ in base al D. L. 39/97 (materia
ambientale).

2. presentate una denuncia ai Carabinieri, ai Vigili del Fuoco e al
Genio Civile esponendo la stato dell'edificio (crepe, ecc.) e
chiedete la verifica della compatibilitÓ dello stesso o di parti
di esso con l'installazione. E' opportuno che presentiate anche
una perizia di un ingegnere edile di vs. fiducia, verificando anche
che l'edificio abbia avuto o meno delle sanatorie edilizie nel
corso della sua storia. In questo caso potrebbe essere ancor pi¨
difficile dimostrare la compatibilitÓ dell'impianto con l'edificio
o parti di esso.

3. verificate l'esistenza nell'area di persone con particolari
patologie e inviate la documentazione medico-sanitaria, corredata di
autorizzazione al trattamento dei dati personali sensibili, alla ASL
di competenza, al Comune, ai Carabilieri del Nucleo Operativo
Ecologico.

Queste sono le iniziative urgenti da fare.

Potete inviare le foto all'indirizzo cittadiniattivi@libero.it
(libero.it)

Cordiali saluti.

Coordinamento dei Comitati di Roma Nord.

www.comiromanord.it
-------------------
--- In forum-elettrosmog@y..., ham italia ha
scritto: