Roma, 23 febbraio 2003.
Inviamo art. del Corriere della Sera di oggi - Cronaca di Roma. E' una
sintesi del ns. Comunicato Stampa di ieri. Cordiali saluti. Coordinamento
dei Comitati di Roma Nord.
-----------------------------------
La protesta del Coordinamento dei Comitati Roma Nord Elettrosmog: «I nuovi
limiti non proteggono» I nuovi limiti decisi dal Ministero dell'Ambiente per
l'esposizione all'elettrosmog, ai campi magnetici generati da tralicci e
cabine di trasformazione dell'energia elettrica «non hanno alcun fondamento
scientifico, non proteggono i bambini dal rischio doppio di contrarre la
leucemia». Lo sostiene il Coordinamento dei Comitati di Roma Nord , che
parla di decreto che non salvaguarda la popolazione «dai provati effetti a
lungo termine», e invece «consente all'Enel di evitare il risanamento degli
impianti più a rischio». Secondo il comitato, inoltre, per le antenne della
telefonia mobile e per i ripetitori radiofonici e radiotelevisivi è
introdotta una «pericolosa deroga», in quanto vengono elevati i limiti di
emissioni elettromagnetiche. «La strategia è chiara - concludono - vengono
istituite commissione unilaterali di esperti che propongono limiti meno
rigidi in ottemperanza a linee guida europee ormai da rivedere, per poi
arrivare a soluzioni prive di validità scientifica ma rispondenti soltanto
agli interessi di lobbies economiche». Cronaca di Roma
--------- FORUM ELETTROSMOG NAZIONALE INDIPENDENTE ------------------