Roma, 21 febbraio 2003.
In risposta a Luca Colombo e per tutti gli iscritti a questo Forum:

1. CAMPI A FREQUENZE ESTREMAMENTE BASSE (linee di trasporto e distribuzione
dell'energia elettrica, cabine di trasformazione, ecc.):
Noi riteniamo che i nuovi limiti per la bassa frequenza, cioè:
a. 10 microTesla come "valore di attenzione" per tutti i luoghi con
permanenza minima di 4 ore giornaliere, incluse le aree di gioco per
l'infanzia, gli ambienti scolastici e abitativi,
b. 3 microTesla come "obiettivo di qualità" per tutti i suddetti luoghi,
applicabile però ai nuovi impianti, non siano assolutamente consistenti con
il valore di 0,4 microTesla al di sopra del quale esiste un rischio doppio
di leucemia infantile, così come è stato dimostrato dalla ricerca
epidemiologica mondiale. Questo risultato è stato condiviso dallo IARC che
"... ha concluso che i campi magnetici a frequenza estremamente bassa sono
possibili cancerogeni per l'uomo, basata su consistenti associazioni
statistiche fra campi magnetici residenziali elevati ed i raddoppio della
leucemia infantile. ... Analisi aggregate di dati provenienti da un numero
di studi ben condotti mostrano una associazione statistica abbastanza
consistente fra il raddoppio di rischio di leucemia infantile e intensità di
campo magnetico residenziale a frequenze estremamente basse (50 e 60 Hz)
oltre 0.4 microTesla" (rif. in www.iarc.fr, press release, comunicato stampa
del 27 giugno 2001). (I valori predetti si devono intendere come valori
mediani dell'induzione magnetica nelle 24 ore e nelle normali condizioni di
esercizio). Ricordiamo che l'attuale limite raccomandato dal Consiglio
d'Europa (Raccomandazione del 12 luglio 1999), che si basa sulle linee guida
dell'ICNIRP, è di 100 microTesla (valore efficace dell'intensità
dell'induzione magnetica). Questo valore è anche quello fino ad oggi in
vigore in Italia (DPCM Aprile 1992) e continuerà ad essere applicabile per
tutti i luoghi diversi da quelli citati in precedenza. Ricerche
epidemiologiche condotte recentemente negli Stati Uniti hanno evidenziato un
maggior rischio di aborto (da 2.9 a 5.7 volte maggiore) nel caso di
esposizioni a livelli di induzione magnetica massima superiore a 1.6
microTesla (rif. Epidemiology, gennaio 2002).
2. CAMPI ELETTROMAGNETICI A RADIOFREQUENZE E MICROONDE: Per quanto riguarda
le alte frequenze, se è stata introdotta la deroga al limite di 6 Volt/metro
nel caso dei lastrici solari (riferimento: testo del decreto trasmesso il
17/10/02 dal Capo di Gabinetto del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del
Territorio alla Segreteria della Conferenza Permanente per i Rapporti tra
Stato, Regioni e Province Autonome della Presidenza del Consiglio dei
Ministri, prot. 5264, rif. 3.3.6.2), ciò determinerà un ulteriore incremento
del livello del fondo elettromagnetico nell'intorno di tali luoghi e ben
oltre. Nel caso delle stazioni radio base, i gestori potranno usufruire, sui
lastrici solari e nell'intorno di essi, di un ampio margine di incremento
del livello dagli attuali 6 V/m a ben 20 V/m. E l'incremento interesserà
anche i luoghi in cui deve essere rispettato il limite di 6 Volt/metro, che
attualmente, invece, a causa dell'applicabilità del predetto limite anche ai
lastrici solari, possono essere caratterizzati da livelli di campo elettrico
anche ben al di sotto di 6 V/m. E i Gestori della telefonia mobile non si
lasceranno certo sfuggire questa grande opportunità concessa loro grazie a
tale incredibile deroga creata ad hoc. Altrimenti, non si comprende il
motivo della sua introduzione. Riteniamo che anche il valore di 6 Volt/metro
rappresenti un limite estremamente elevato, considerando che nessuno oggi è
in grado di stabilire che al di sotto di questo valore non esistono effetti
sanitari a lungo termine sull'uomo. E ciò anche considerando che l'umanità
non è mai stata sottoposta a lungo termine a tali ammissibili livelli di
esposizione a campi elettromagnetici a radiofrequenze.
Cari saluti. Raffaele Capone. Coordinamento dei comitati di Roma Nord.
---------------------------------------- ---
In forum-elettrosmog@y..., "Colombo Luca" Buona sera a tutti, alla luce dei nuovi limiti stabiliti cosa cambia a
parere dei più esperti nel settore per la salute umana ? Ringrazio tutti
coloro che vorranno rispondermi. Colombo Luca Comitato Seregno Viva
--------- FORUM ELETTROSMOG NAZIONALE INDIPENDENTE ------------------