Carissimi.

                siamo prossimi al 7 Settembre, GIORNATA MONDIALE CONTRO GLI INCENERITORI.

 

Manny Calonzo (coordinatore di GAIA e portavoce per i rapporti internazionali) ha inviato il COMUNICATO che GAIA ha elaborato per descrivere gli obiettivi del Movimento Globale.

 

Il testo, opportunamente da voi integrato, è utile per la diffusione locale.

 

Come d'accordo con Rossano Ercolini vi invio la traduzione. Le parti in rosso evidenziano spazi da compilare. Le parti in verde si riferiscono a note di traduzione. ( Allego il testo originale )


Ricordo che il termine WASTE = RIFIUTI significa anche SPRECHI   :   è un'interessante coincidenza nella lingua inglese che permette di meglio interpretare lo spirito di RIFIUTI ZERO. Diminuire i rifiuti è proporre un modello che elimina gli sprechi, cioè tende alla vera sostenibilità.

 


TESTO

 

IL MOVIMENTO GLOBALE DICE NO ALLE SOSTANZE TOSSICHE E AI RIFIUTI ( SPRECHI )

Chiede la messa al bando degli inceneritori, persegue le soluzioni di RIFIUTI ZERO ( SPRECHI )

 

( o sostituire la seconda riga con un sottotitolo a livello locale )

 

Manila / Berkeley / Buenos Aires / [ La vostra città ] : 7 Settembre, 2005. Cittadini da più di 45 Paesi oggi manifestano per la Giornata Mondiale contro gli Sprechi ( Rifiuti ) e l' Incenerimento con forti argomenti a favore di soluzioni innovative ed ecologiche che dovranno essere applicate ai crescenti volumi e tossicità del materiale di scarto. [ Nome del gruppo locale ] sta partecipando alla campagna di sensibilizzazione internazionale [ descrizione dell'attività locale ]

 

Nell'arco di questa settimana, più di 100 gruppi e comitati di cittadini stanno organizzando attività di pubblica informazione, assemblee pubbliche e raduni pacifici, o incontri con amministratori locali sulla questione vitale dei rifiuti. In luogo di discariche e inceneritori, che danneggiano la salute, chiedono ai governi di adottare e rendere effettive le politiche che prevengono la produzione di rifiuti alla fonte, riducono ed eliminano le sostanze tossiche, estendono la responsabilità del produttore, promuovono i consumi sostenibili, intensificano le pratiche di riciclo e compostaggio, sostengono la giustizia ambientale, creano lavoro, e costruiscono e promuovono comunità pulite, sicure, salubri, autonome e vivaci ( vitali ).

 

Questa campagna internazionale, giunta alla quarta edizione, è coordinata dalla Alleanza Globale per le Alternative agli Inceneritori (conosciuta anche come Alleanza Globale Anti Inceneritori) o GAIA, una rete senza scopo di lucro, formata da gruppi di pubblico interesse ( portatori di interessi collettivi - Associazioni, Comitati ecc. ) e di individui che lavorano insieme per risolvere il problema dei rifiuti.

 

[ Nome del vostro rappresentante ] di [ il vostro gruppo ] dice oggi : [ inserite una citazione adeguata a descrivere il significato dell'evento nella vostra città alla luce dei bisogni locali e citate le vostre richieste se ci sono ]

 

Manny Calonzo, Coordinatore di GAIA nelle Filippine dice: " Ridurre i rifiuti e le sostanze tossiche deve essere una priorità assoluta, a livello locale e globale, se vogliamo ristabilire le condizioni di salute del nostro fragile Pianeta e di tutta la sua popolazione. Promovendo alternative sostenibili all'incenerimento dei rifiuti si otterranno benefici di vasta ricaduta nell'ambito della salute ambientale, dal proteggere il latte materno dalla contaminazione tossica al ridurre il surriscaldamento conseguente all'effetto serra.

 

Le ricerche hanno dimostrato che gli inceneritori sono industrie cancerogene, che generano centinaia di fattori inquinanti come diossine e metalli pesanti, che causano una varietà di problemi alla salute, compreso cancro, disordini dell'apparato riproduttivo e dello sviluppo, e disfunzioni del sistema immunitario. In realtà, i governi hanno aderito alla Convenzione di Stoccolma sugli Inquinanti Organici Persistenti (POPs) per lavorare ad una progressiva riduzione e definitiva eliminazione di diossine e altri prodotti dell'incenerimento del tipo POP, così da proteggere la salute pubblica e l'ambiente.

 

Sia che si tratti di combustione di masse ( rifiuti trattati ), pirolisi, gassificazione, torce al plasma, o di "rifiuti come fonti rinnovabili di energia", GAIA crede che l'incenerimento dei rifiuti non abbia spazio in un futuro sostenibile.

Gli inceneritori mandano in fiamme e sperperano preziose risorse, producono emissioni tossiche e residui ( fanghi, ceneri ), impongono oneri finanziari alle comunità che li ospitano sul territorio, e ostacolano la prevenzione degli sprechi ( rifiuti ) e i programmi di riciclo che avrebbero potuto creare lavoro e benefici alle economie locali.

 

GAIA dà voce alle molte iniziative di successo promosse dalla gente, per prendere le distanze da approcci costosi e ambientalmente distruttivi e per gestire e recuperare le risorse da rifiuti. Oggigiorno troviamo un crescente numero di comunità che stanno perseguendo le alternative di Rifiuti Zero e Produzioni Pulite per ridurre le quantità e le tossicità dei materiali usati e scartati, e massimizzare il riuso, il riciclo e il compostaggio dei materiali di scarto. Le esperienze della Collettività mostrano che le alternative di Rifiuto Zero riducono le conseguenze negative sulla salute, determinano un utilizzo più sostenibile delle risorse naturali, e contribuiscono a far crescere le democrazie locali .

 

GAIA è un'alleanza a livello internazionale di più di 500 organizzazioni no-profit e di individui da 77 Paesi che condividono l'idea che le risorse del Pianeta Terra sono limitate, la biosfera fragile e le condizioni di salute della gente e degli esseri viventi sono messe in pericolo dall'inquinamento e dagli inefficienti sistemi di produzione e metodi di eliminazione dei rischi per la salute pubblica. Varata nel Dicembre del 2000 in Sud Africa, GAIA e i suoi associati sono coinvolti in battaglie contro gli inceneritori così come in un gran numero di progetti per mettere in atto i principi e i sistemi di Rifiuti Zero.

Per ulteriori informazioni circa  le attività di GAIA si prega di visitare il sito www.no-burn.org

 

Per maggiori informazioni contattare:----------------------------------------------------[ nome e telefono del vostro portavoce ]. Potete anche telefonare a:

 

Per la stampa di lingua Spagnola: Cecilia Allen al    +5411-4552-8480

Per la stampa di lingua francese: Fatou Souare al    +1-510-8839490  interno 101

Per la stampa di lingua Cinese: Herlin Hsieh al         +886229383406

Per la stampa americana: Monica Wilson al              +1-510-8839490  interno 103

 

Per il resto del mondo: Abi Jabines oppure Manny Calonzo, Segretario GAIA, al    +632-9290376