Per conoscenza; dalla Nazione di Oggi, pagina 16


"Roma-Scocca ta le fila di Alleanza Nazionale la scintilla che riaccende
il dibattito sul ritorno dell'Italia al Nucleare. I senatori Giuseppe
Menardi e Giuseppe Valditara hanno presentato ieri un disegno di legge
delega per consentire al governo di definire le procedure per la
localizzazione di centrali elettronucleari, superando di fatto il
referendum che sancì l'addio dell'italia all'atomo. Semplice
l'impalcatura della tesi: l'Italia per "ripartire" ha bisogno di scelte
forti e ripensare quelle fatte, riavviando il motore del sistema
nucleare per produrre energia a basso costo. In più: la scelata
dell'atomo è coraggiosa ma, assicurano i due esponenti di AN, condivisa
dagli Italiani: "il 70% dei cittadini sono favorevoli". C'è di più
"Siamo l'unico paese al mondo - ha sottolineato Meanrdi - che ha
rinunciato a questa risorsa energetica in maniera permanente. Con ilò
divieto imposto nell'87 è impossibile rispettare il Protocollo di Kyoto
contre l'anidride carbonica".
L'opposizione grida allo scandalo. Per il vicepresidente della
commissione Ambiente di Palazzo Madama, il senatore dei Verdi Sauro
Turroni, "stanno dando i numeri". Turroni denuncia che "all'incapacità
del governo sulla politica energetica, manca solo la ciliegina
dell'improbabile ritorno al nucleare per chiudere il cerchio fatto di
dilettantismo, improvvisazione e subordinazione agli interessi
dell'ENEL". Critico anche il senatore Fausto Giovanelli, capogruppo ds
in commissione Ambiente: "più che un disegno di legge, quello di AN, che
ripropone il nucleare, è uno spot per coprire l'inerzia del governo sul
fronte delle politiche energetiche. Iniziare a costruire oggi nuove
centrali - spiega - non sarebbe utile, né per rispettare il protocollo
di Kyoto, né per abbassare i costi dell'energia". E' "una prposta fuori
dal tempo", chiosa il presidente onorario di Legambiente, deputato
della Margherita Ermete Realacci."


Cose da pazzi, ma non leggono mai questi senatori di AN? possibile che
non si sono letti il Protocollo di Kyoto? possibile che non hanno fatto
due conti su costi e benefici? .... possibile che non hanno un minimo di
etica?

saluti
Toufic

http://www.verdibologna.org