COMUNICATO STAMPA
sull'avvio della fase del primo digiuno prolungato
Da 77 giorni i "NIMBY trentino" continuano ad opporsi, attraverso l'iniziativa della "Catena del digiuno", ad uno dei peggiori progetti della storia del Trentino; quello di quell'inceneritore, voluto da questa "politica perduta" e strumentalmente ritenuto il rimedio al problema-rifiuti, in realtÓ soltanto rinuncia e investimento speculativo.
Dopo il periodo iniziale di opposizione discreta ed anonima, dal 21 maggio sono stati resi noti alcuni nominativi dei cittadini che hanno scelto la visibilitÓ.
Con giovedý 10 giugno i sottoscritti cittadini daranno inizio ad un periodo di digiuno adeguato e rapportato alle individuali motivazioni; la sua durata sarÓ liberamente definita da ogni cittadino, supponendo che quella complessiva di questo primo prolungato periodo di digiuno possa giungere ad estate inoltrata.
Continueranno quotidianamente ad inviare ai rappresentanti della politica e, per conoscenza, all'Arcivescovo, il loro comunicato www.ecceterra.org/doc/comunicato.dig.politici.24apr04.DOC, in cui chiedono altra politica sui rifiuti.
Invitano i trentini ad aggiungersi alle loro iniziative e a far sentire la propria contrarietÓ ad un'opera dannosa e dagli elevati impatti come l'inceneritore.
Confidano sia nella volontÓ della gente trentina di far sentire la propria opposizione sia in altra volontÓ e nel coraggio della politica trentina.
Trento, 5 giugno 2004


Franco Faes - tel 0461 961933
Simonetta Gabrielli - 347 4045653
Adriano Rizzoli - 0461 820002
Luisa Zanotelli - 338 8735073
---------
[ForumAmbientalista]