ELETTROSMOG: FENOMENO DI PARTECIPAZIONE APPLICATA, ANALIZZIAMOLO INSIEME PER VALUTARE QUANTO PUO' ESSERE UTILE A TUTTI.

Per una democrazia veramente partecipata:

Se queste condizioni vengono messe in pratica, con altre da valutare insieme, costituiranno di per sé validi paletti garantisti per il cittadino. Non avremo trovato la risposta giusta finchè il meccanismo decisionale degli eletti non sarà tenuto a considerare le migliaia di firme raccolte con le petizioni e la pressione popolare potrà direzionare veramente le scelte pubbliche.

Mettendo in pratica le condizioni elencate si è ottenuta l'approvazione all'unanimità della delibera popolare sull'elettrosmog, voluta dalla gente, invitando i politici (AN-FI) a mettere nel dimenticatoio la proposta di un regolamento presentata dal Codacons locale, ben diverso da quello nazionale, ferrugginoso, fatto da legali per invitare i cittadini a ricorrere ai legali per una corretta interpretazione di un testo troppo complicato,  con qualche riporto normativo errato proprio per la macchinosità burocratica del documento. Poi, al colmo dell'inverosimile, riportando solo l'esatta ritrascrizione di alcune norme del codice civile, veniva tolta addirittura una delle poche conquiste acquisite, i 50 metri di distanza di rispetto dai siti sensibili (scuole, ospedali ecc.). Quindi un passo indietro a cui si è posto rimedio con la partecipazione. Per ora si è evitata quell'azione tranquillizzatrice dei comitati abbandonati dietro a norme troppo complicate e difficili da applicare (regolamento del Codacons approvato a Modena, partendo da AN).

Angela Donati "Alberi non antenne" -  Bologna

Comitato, senza alcuna costituzione effettiva se non quella dovuta alle azioni sul territorio, promotore della delibera popolare approvata il 16-02-04 … sudatissima!!!!…..

"Regola da rispettare" come viene definita nel programma elettorale di Cofferati, pronti a sollecitarne l'attuazione ricucendo nuove proposte pratiche, applicabili alla realtà locale sull'esempio di quanto già fatto in altre città italiane.

(22-07-04)