SUCCESSO DELLE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELLA GIORNATA MONDIALE

CONTRO L’INCENERIMENTO DEI RIFIUTI DEL 6 SETTEMBRE.

 

Il QUADRO COMPLETO DELLE INIZIATIVE ITALIANE .

Le iniziative italiane per la giornata mondiale contro l’incenerimento dei rifiuti promossa dalla coalizione mondiale GAIA svoltesi dal 6 al 10 coordinate dalla Rete Nazionale Rifiuti Zero e da Greenpeace hanno visto una grande partecipazione in tutta Italia. Più di 250 le realtà locali coinvolte con adesioni da parte di TUTTE le associazioni ambientaliste(wwf-Italia Nostra-Forum Ambientalista-medicina democratica- verdi ambiente e società-molti circoli di Legambiente) e da un numero enorme di Comitati ed Associazioni Locali. LE INIZIATIVE HANNO RIGUARDATO 14 REGIONI ITALIANE e i seguenti Capoluoghi e Centri.

Bolzano (Associazione Ambiente e Salute);Como; Merone; Cremona (Rete Lilliput; Ass. a tutto Compost; Bilanci di Giustizia);Treviso( Comitati Riuniti Rifiuti Zero); Torino (con iniziative regionali che hanno coinvolto realtà di Ivrea, Novara, Biella, Vercelli oltrechè di Torino);Ivrea; Genova;Parma; Modena; Reggio Emilia; Bologna; Forli’; Ravenna; Rimini (Comitato Rifiuti Zero di Rimini); Riccione e Coriano; Ferrara;Pisa, Pietrasanta; Lucca; Capannori; Castelnuovo Garfagnana;Barga; Montale Pistoiese;Firenze; Sesto Fiorentino; Siena; Grosseto;Roma; Frascati; Pesaro-Urbino ( Comitati per la difesa delle valli del Metauro, Cesano e Condigliano oltre alle iniziative di Greenpeace); Ancona;Perugia (Comitato inceneritori zero); Napoli; Acerra (è arrivata l’adesione di Assocampaniafelix di Giugliano-Acerra-Nola);Salerno(Verdi Ambiente e Societa’) Massafra; Bari; Canosa;Gioiatauro; Palermo dove si è svolta una grande manifestazione regionale che ha assunto ancora più valore dopo le dichiarazioni di Pecoraro Scanio sul BLOCCO DEGLI INCENERITORI SICILIANI). Ricordiamo inoltre l’importante lettera inviata dall’associazione dei medici per l’ambiente (ISDE) ai ministri della salute e dell’ambiente relativa ai pericoli sanitari legati all’incenerimento. Ricordiamo infine che a cura di AMBIENTE E FUTURO è stata tradotta la legge Rifiuti zero BASURA CERO) con cui il governo della municipalità autonoma di BUENOS AIRES ha adottato il modello rifiuti zero entro il 2020 http://ambientefuturo.interfree.it

*abbiamo richiamato il nomi delle associazioni di cui è arrivata l’adesione dopo il 4 settembre.Le altre associazioni e Comitati sono già stati menzionati la volta precedente; ci scusiamo per errori o per eventuali omissioni.

Questo elenco (purtroppo senza la menzione delle ultime pur importantissime adesioni inviate dopo il 4 sera) è stato inviato a GAIA ed è li’ consultabile.

Non ci sono arrivati ancora i commenti sull’esito delle singole iniziative locali ma da alcune realtà come Modena ci viene riferito che le iniziative una volta tanto hanno goduto di adeguato spazio sulle televisioni compreso il TG3.

Con l’incoraggiamento che ci deriva dal successo di queste giornate ( successo superiore anche a quello dell’anno precedente) ci accingiamo a preparare ulteriori importanti appuntamenti .

IL 24 a ROMA IN PIAZZA FARNESE

Con un pomeriggio ed una serata in piazza Farnese dove il dott. Montanari e il prof. Connett interverranno nella serata promossa dalla RETE NAZIONALE RIFIUTI ZERO E DALLA RETE REGIONALE RIFIUTI DEL LAZIO .

( prossime informazioni sui dettagli partecipativi e invito a formare delegazioni da TUTTE le Regioni visto che l’invito alla serata è rivolto anche al Ministro);

APPUNTAMENTI CON LE CONFERENZE DEL prof. CONNETT

In verifica la giornata del 22 in cui proprio a MILANO si riuniscono in un convegno gli inceneritoristi. Sarebbe significativo approfittare della presenza del prof. Connett per ribadire la strategia rifiuti zero a : Inoltre previste iniziative a Bolzano; a Roma; a Massafra (TA); in Calabria e in Sicilia dal 21 settembre al 6 ottobre;

CONSEGNA DELLE FIRME CONTRO I SUSSIDI

Il 28 al Parlamento. Si invitano le realtà a ritirare i moduli e a inviarli al presente indirizzo: AMBIENTE E FUTURO VIA PER S. ALESSIO 87 MONTE S. QUIRICO 55100 LUCCA .

 

RICORDIAMO IL KIT DELLE ALTERNATIVE:

"CASO STUDIO DELLA CONTEA DEL LANCASHIRE E CONFRONTI CON L’AREA FIORENTINA"; "CIFRE,PERCORSI E TECNICHE DELL’OPZIONE ZERO INCENERITORI NELLA PIANA"; DESCRIZIONE IMPIANTISTICA DEL TRATTAMENTO A FREDDO (TMB) DELLA FRAZIONE RESIDUA DEI RIFIUTI.

http://ambientefuturo.interfree.it

 GRAZIE A TUTTI

ROSSANO ERCOLINI, FABIO LUCCHESI