Data: Tue, 14 Oct 2003 15:42:10 -0000
Da: "roma_nord" <raf.capone@libero.it>
Oggetto: Inoltra: avvocati
Roma, 14 ottobre 2003.
Concordo con la perplessità di Alberto Giovaninetti sulla non impugnazione delle leggi dell'Emilia Romagna e della Toscana. Ma ne aggiungo un'altra. Come si concilia la sentenza n. 307/03 con la sentenza n. 382 del 1999 che ha riconosciuto la validità della legge regionale del Veneto che ha stabilito un obiettivo di qualità di 0.2 microTesla per l'esposizione al campo magnetico generato dalle linee di trasmissione e dalle cabine di trasformazione dell'energia elettrica, contro i 100 microTesla del DPCM del 1992 allora in vigore (quindi, un valore 500 volte più basso, in linea con le risultanze degli studi epidemiologici mondiali)?

Cari saluti. Raffaele Capone. Coordinamento dei Comitati di Roma Nord. ---------------------------------------------------- ---

In forum-elettrosmog@yahoogroups.com, "alberto" <giovaninetti.alberto@c...> ha scritto: Nella sentenza della Corte Costituzionale n.303 (Pag.2)si trova l'avvocato Beniamino Caravita in Toritto come diofensore della Regione lombardia e difensore del gestore Wind, è un errore oppure un evidente conflitto. Altra domanda: Perchè non sono state impugnate le leggi regionali della Emilia romagna e della Toscana ma solo puglia-marche-umbria-campania? Grazie

 --- Fine messaggio inoltrato ---