Roma, 3 novembre 2003.

Alleghiamo la traduzione di un abstract pubblicato su
Bioelectromagnetics (www.bioelectromagnetics.com) di Dicembre 2003.

Si dimostra che campi elettrici di 10 KVolt e campi magnetici di 30
microTesla contemporanei, a 60 Hz, determinano minore produzione di
latte di mucca e contemporanea maggiore richiesta di cibo.
Cari saluti.
Raffaele Capone.
Coordinamento dei Comitati di Roma Nord.
----------------------------------------------------------
Bioelectromagnetics, Volume 24, Issue 8, pages 557 - 563.

Effetti dei campi elettrici di 10 KVolt e magnetici di 30 microTesla
a 60 Hz sulla produzione di latte e sull'alimentazione in un
allevamento di bestiame non gravido.

J.F. Buchard (1), H. Monardes 1, D. H. Nguyen (2)

(1) Department of Animal Science, McGill University, Sainte Anne de
Bellevue, Québec, Canada

(2) Institut de Recerche d'Hydro-Québec, Varennes, Québec,
Canada

email: J.F. Buchard (Javier.burchard@mcgill.ca)


Abstract

La produzione di latte è la principale risorsa nella provincia del
Québec, e la rete di distribuzione elettrica attraversa la regione
rurale di produzione casearia. Questo studio valuta l'ipotesi che
campi elettrici e magnetici possano avere effetti sulla produzione
casearia.

Durante l'esperimento sono state confinate sedici mucche Holstein
da latte non gravide (peso 662 Kg +/- 65 Kg con 150.4 +/- 40 giorni
di allattamento) in recinti metabolici di legno con cicli di 12 ore
di luce alternati a 12 ore di buio. Le mucche sono state divise in
due gruppi di otto ed esposte ad un campo elettrico verticale di 10
KV/m e ad un campo magnetico uniforme di 30 microTesla a 60 Hz. Il
primo gruppo è stato esposto per tre periodi.
 
Ciascun periodo era costituito da un ciclo variabile da 24 a 27
giorni. Durante il primo periodo il campo elettrico ed il campo
magnetico erano spenti. Durante il secondo periodo erano accesi,
durante quello finale spenti. Anche il secondo gruppo è stato
esposto per tre periodi, ma il protocollo di esposizione è stato
invertito (primo periodo, accesi; secondo periodo, spenti, ultimo
periodo accesi). L'esposizione al campo elettrico e magnetico
accesi ha portato ad una riduzione media della produzione di latte,
della produzione di latte con grasso corretto e di grasso di latte
rispettivamente del 4.97%, 13.78% e del 16.39%, e ad un aumento del
4.75% dell'alimentazione in materia secca.

Bioelectromagnetics 24:557-563, 2003.

2003 Wiley-Liss, Inc.           

---------- FORUM ELETTROSMOG NAZIONALE INDIPENDENTE ----