Leucemia e linee di potenza: evidenze nascoste per 3 anni.


Roma, 31 ottobre 2004.

Il 29 ottobre scorso Sky News
(http://www.sky.com/skynews/article/0,,30000-1157451,00.html) ha comunicato
che il Ministero della Salute del Regno Unito avrebbe tenuto nascosto per
tre anni uno studio che mette in relazione le linee di trasmissione
dell’energia elettrica  e la leucemia infantile. I bambini al di sotto dei
15 anni vissuti entro 100 metri dalle suddette linee sono stati sottoposti
ad un rischio doppio di contrarre la leucemia.

In un’intervista pubblicata ieri 30 ottobre dal quotidiano l' “Independent”
(http://news.independent.co.uk/uk/health_medical/story.jsp?story=577526),
il dott. Gerald Draper, del Gruppo di Ricerca su Cancro nell’Infanzia di
Oxford, ha negato di aver soppresso i risultati del suo studio che ha
esaminato 35000 casi di leucemia infantile fra il 1962 ed il 1995. Drapped
ha ammesso di aver presentato i suoi risultati preliminari in un convegno
“privato” 18 mesi fa. Ha aggiunto che a quel tempo i risultati dello studio
erano “confusi”.

Non appena Sky News ha iniziato a parlare del nuovo studio, il Partito
Conservatore inglese ha diffuso un comunicato stampa
(http://www.conservatives.com/tile.do
def=news.press.release.page&obj_id=116894)
in cui chiede al Governo Blair di rendere noto quando sia venuto a
conoscenza di tali risultati e le azioni intraprese in merito. Il Partito
Conservatore ha aggiunto che se tale rapporto è stato tenuto segreto per 3
anni, ciò rappresenterebbe una “disgrazia”. 

Cordiali saluti.
Raffaele Capone.
Coordinamento dei Comitati di Roma Nord