Roma, 18 novembre 2005.

Inviamo l'abstract di un art. scientifico pubblicato su
Electromagnetic Biology and Medicine, 2005, vol. 24, pagg. 1-8,
intitolato:

"FM Broadcasting Exposure Time and Malignant Melanoma Incidence"

e relativo ad uno studio condotto al Karolinska Institute di
Stoccolma da Örjan Hallberg e Olle Johansson, Experimental
Dermatology Unit, Department of Neuroscience.

In Svezia, con lo scopo di analizzare l'incidenza del melanoma in
funzione dell'età a partire dal 1958, è stato condotto uno
studio epidemiologico per verificare se il documentato aumento di
tale incidenza poteva essere spiegato mediante un'improvvisa
esposizione della popolazione ad uno stress ambientale.

Lo studio ha dimostrato che l'incidenza con l'età del melanoma
segue un andamento costante negli ultimi 20-30 anni per la
popolazione di età inferiore ai 50 anni, mentre nei gruppi di
età più elevata sta aumentando costantemente.

Inoltre, l'incidenza totale nei diversi comuni è risultata essere
fortemente dipendente dal numero di trasmettitori FM installati.

Gli autori dello studio concludono che l'incidenza in funzione
dell'età segue un andamento in risposta ad un cambiamento
ambientale sopravvenuto nel 1955 ed affermano che la radiazione da
radiodiffusione in modulazione di frequenza, a frequenze che
risuonano con l'intero corpo umano (intorno ai 100 MHz),
costituisce uno stress ambientale.

Saluti,

Cordinamento dei Comitati di Roma Nord.

-----
Abstract:

Object: To analyze the age-specific incidence of malignant melanoma
in Sweden since 1958 in order to see if the reported general
increase in incidence would be explained by a sudden exposure to an
environmental stress to the population. Methods: Incidence data for
all age groups was collected from the Swedish National Board of
Health and Welfare databases for each year between 1958 and 2002.
The incidence in all 288 municipalities of Sweden was correlated to
the number of FM transmitters covering each municipality. Results:
The age-specific incidence was found to be constant over the last
20–30 years for people younger than 50 years while the incidence
for older age groups still are constantly increasing. The total
incidence in different municipalities was found to be a strong
function of the number of covering FM transmitters. Conclusions: The
age-specific incidence of malignant melanoma of the skin appears to
be following a pattern of response to an imposed environmental
change in 1955. We believe that the frequency modulation (FM)
broadcasting radiation at whole-body resonant frequencies is such an
environmental stress.

---------- FORUM ELETTROSMOG NAZIONALE INDIPENDENTE ---------