LONDRA

La Gran Bretagna è pronta a riconoscere ufficialmente che i cavi dell'alta tensione aumentano il rischio di cancro.

 

LONDRA — La Gran Bretagna è pronta a riconoscere ufficialmente che i cavi dell'alta tensione aumentano il rischio di cancro. La svolta su questo controverso tema è arrivata con uno studio condotto dall'ente nazionale per la protezione radiologica, presieduto dall'epidemiologo Richard Doll. I risultati saranno annunciati domani, ma secondo quanto anticipa il Sunday Times, lo scienziato — che per primo negli anni '60 stabilì il nesso fra fumo e cancro ai polmoni — dirà che un piccolo numero di bambini ogni anno si ammala di leucemia perché vive vicino a tralicci dell'alta tensione e che è possibile, anche se non ancora provato, che ci sia un legame anche con il cancro negli adulti. «C'è la prova che i fili dell'alta tensione aumentano leggermente il rischio di cancro. E noi siamo pronti a riconoscere questo legame», ha detto Colin Blakemore, componente della commissione presieduta da Doll. L'atteso riconoscimento ufficiale del pericolo potrebbe consentire a molte famiglie dei bambini morti di leucemia di chiedere i risarcimenti, finora negati. Sul problema interviene anche l'esperto del Wwf, Guido Santonocito. «Il legame fra elettrosmog e leucemia — ha detto — è noto da oltre 20 anni: in Italia, la normativa vigente fissa limiti inadeguati, ben 500 volte superiori alle indicazioni scientifiche». «Il nostro Paese — ha aggiunto — è il più inquinato al mondo dal punto di vista dell'elettrosmog, ha infatti la più fitta rete di elettrodotti rispetto alla superficie. Tuttavia, ha anche la normativa più all'avanguardia: la legge quadro approvata lo scorso mese è la più avanzata possibile sul piano dei principi generali. Ora siamo in attesa dei decreti.attuativi». L'esperto del Wwf ricorda poi che il primo studio che dimostrò scientificamente il legame fra elettrosmog e leucemia è del 1979: Wertheimer e Leeper in Usa verificarono il doppio dei casi di malattie nei residenti vicino a cabine elettriche e cavi dell'alta tensione. Il nostro Istituto superiore di sanità ha ribadito come possibile causa nella leucemia infantile l'inquinamento elettromagnetico. Nella foto: un elettrodotto sopra le case.

 

Notizia tratta dal quotidiano: "Il Resto del Carlino" del 05 Marzo 2001 pag.

5 Cronaca

 

Per altre notizie sull'argomento visitate i seguenti siti:

 

March 4 2001 BRITAIN Top scientists establish link Pylons are cancer risk -

official Jonathan Leake Science Editor

http://www.sunday-times.co.uk/news/pages/sti/2001/03/04/stinwenws01055.html

 

March 4 2001 BRITAIN Families may sue over cancer link to pylons Tom Robbins

and Jonathan Leake

http://www.sunday-times.co.uk/news/pages/sti/2001/03/04/stinwenws03031.html

 

Documents of the NRPB Volume 12 No 1 2001 ELF Electromagnetic Fields and the

Risk of Cancer Report of an Advisory Group on Non-ionising Radiation

http://www.nrpb.org/Absd12-1.htm