Elettrosmog, un test per scoprire se fa danni

 

Con un esame del sangue Ŕ possibile verificare eventuali modificazioni cellulari
(29-08-01)

 

Si chiama "test delle comete", Ŕ un esame del sangue che serve per identificare i danni prodotti alle cellule dalle onde elettromagnetiche. Viene usato dai ricercatori dell'universitÓ Cattolica di Roma per valutare gli effetti delle Elf (Extremely low frequency), le radiazioni elettromagnetiche generate da lavatrici, phon, frullatori, televisori, rasoi elettrici eccetera. Attraverso questo test, i ricercatori hanno scoperto che le onde accelerano la proliferazione cellulare e, in base alla dose, danneggiano il Dna delle cellule, anche solo temporaneamente. "La ipotizzata associazione tra elettrosmog e cancro - ha detto il professor Achille Cittadini, direttore del Centro di ricerche oncologiche Giovanni XXIII - solleva grande preoccupazione e rende particolarmente interessante lo studio del ruolo delle Elf nei processi di cancerogenesi, strettamente correlata ad alterazioni che si verificano nel materiale di una cellula". L'elettrosmog, precisa lo studioso, spingendo le cellule a riprodursi, pu˛ risultare benefico in alcune circostanze (per esempio nella cicatrizzazione di ferite) ma nocivo in altre, qualora l'effetto colpisca cellule giÓ indirizzate alla proliferazione neoplatica. Redazione Staibene.it - luglio 2001

 

Notizia tratta dal seguente sito:
http://www.staibene.it/staibene/drvisapi.dll/IDbc33f38bc01040?MIval==nuova_homem