Tar Parma: illegittima l'espropriazione pubblica per l'installazione di antenne cellulari
Fonte: Edizioni Ambiente A cura di Vincenzo Dragani e Monica Rocca mailto:aggiornamento@reteambiente.it <http://www.reteambiente.it>
Milano, 26 febbraio 2003
Il Comune non puo' espropriare un'area privata per poi darla in concessione a gestori di telefonia cellulare al fine di installare antenne di trasmissione. La censura arriva dal Tar Emilia Romagna, che con una sentenza dello scorso 6 febbraio 2003 (n. 54) ha annullato le delibere con cui il Comune di Salsomaggiore Terme aveva avviato la procedura espropriativa ai danni di una societa' privata proprietaria di un terreno sito nell'area comunale per consentire la localizzazione degli impianti di radiodiffusione a favore di una nota compagnia di telecomunicazioni. (Vincenzo Dragani)
Per approfondimenti e' possibile consultare nello spazio ALTRI TEMI - Elettrosmog: <http://www.reteambiente.it/ra/gtemi/hpgtemi.htm>
in Commenti e sintesi "Le censure del Tar Emilia Romagna alle delibere comunali per l'installazione di antenne su aree private"; in Documentazione complementare "Sentenza Tar Emilia Romagna, Sezione di Parma 6 febbraio 2003, n. 54 (Impianti per telefonia cellulare - acquisizione delle aree necessarie mediante espropriazione per pubblica utilita' - impossibilita' - ragioni)"
---------- FORUM ELETTROSMOG NAZIONALE INDIPENDENTE ------------------