ELETTROSMOG. "CITTADINI, DUE SENTENZE PER DIFENDERSI"
>
> Consiglio Stato, Sezione VI, dell' 8 gennaio 2003, sentenza n. 24.
> http://www.elettrosmog.com/consiglio/consiglio_distato.html
>
> TRIBUNALE DI MILANO, SEZ. VIII CIVILE - Sentenza 23 ottobre 2002 n. 12663
> - G.U. Ferraris - Losi ed altro (Avv. Mazzola) c. Condominio di Via L. -
> Milano.
> http://www.elettrosmog.com/consiglio/tribunale_milano.html
>
> CE.DO.CEM
> Centro Documentazione Campi Elettro Magnetici
> -------------------------------------------------------
>
> --- In verdibo@y..., Ugo Mazza ha scritto:
> Mi preme segnalarvi un articolo apparso ieri sul Domani di Bologna.
> Estrapolato da un mio comunicato stampa, l'articolo ben riporta il
> mio intento di informare i cittadini di due sentenze sul tema
> dell'elettrosmog, a tutela dei loro diritti e della loro salute,
> secondo il "principio di precauzione".
> Riporto quindi di seguito, sperando di fare cosa utile, l'articolo
> del quotidiano e gli indirizzi internet dove trovare i testi
> integrali delle decisioni prese dal Consiglio di Stato
>
> Consiglio di Stato
http://www.ambientediritto.it/sentenze/2003/CdS/gen-giugno/Cds%202003%20n.24
.htm
> Tribunale di Milano
> http://www.giust.it/ago1/tribmilano8_2002-10-23.htm
>
>
> Ringraziandovi per l'attenzione, cordiali saluti Ugo Mazza
>
> *********************
>
> Articolo de Il Domani di Bologna - domenica 26 gennaio 2003
>
> Il consigliere regionale Ugo Mazza (DS): "Occhio ai regolamenti
> condominiali"
>
> Due Sentenze contro le antenne
>
> Elettrosmog, istruzioni per l'uso. In pieno conflitto istituzionale
> fra Regione e Governo, con la prima che in seguito al decreto
> Gasparri ha provveduto a modificare e a riapprovare la legge
> sull'elettrosmog per la tutela della salute dei cittadini, Ugo Mazza,
> consigliere regionale dei Ds, serve sul piatto dei consumatori due
> recenti sentenze, che "possono proprio aiutare i cittadini nella
> tutela dei loro diritti e delle loro salute". La prima che Mazza cita
> è una decisione del Consiglio di Stato dell'8 gennaio scorso, che ha
> sentenziato come sull'installazione di antenne telefoniche sulle
> parti comuni dell'edificio devono sempre pronunciarsi i condomini
> attraverso l'assemblea specificando che l'assenso dato dal
> condominio maggioritario non può sostituire una formale delibera
> condominiale.
> Solo pochi mesi prima, prosegue Mazza, il Tribunale di Milano, il 23
> ottobre 2002, ha sentenziato che le installazioni per impianti di
> telefonia mobile rientrano nei casi previsti dall'articolo 1120 del
> codice civile secondo cui "sono vietate le installazioni che alterino
> il decoro architettonico o che rendano alcune parti comuni
> dell'edificio inservibili al godimento anche di un solo condomino".
> Divieto superabile solo dal parere unanime dell'assemblea
> condominiale, "e non certo dalla maggioranza qualificata
> dell'assemblea stessa". Ma ancora più significativa aggiunge il
> consigliere regionale. "è l'altra censura del giudice che ha ritenuto
> sia stato violato l'articolo 32 della Costituzione perché i condomini
> non sono stati informati della persistente incertezza scientifica
> sugli effetti delle onde elettromagnetiche (Principio di
> precauzione).Pertanto i condomini non sono stati messi nelle
> condizioni di valutare i rischi prima della loro decisioni".
>
>
> Ugo Mazza, c/o Consiglio Regionale,
> Via Aldo Moro 50, 40127 Bologna
> tel: 051 6395009 fax: 051 516032
>